Questo sito non usa cookies. I siti utilizzati per le statistiche visite e per la ricerca in questo sito potrebbero farne uso. 
Verificate sui relativi siti (Addfreestats, Freefind).

Breve Curriculum
(data di modifica: 17/10/2017)

Nato nel 1948, Lorenzo Seno nel 1976 si è laureato in fisica cum laude presso la Facoltà di Fisica dell'Università "La Sapienza" di Roma. Dagli anni '70 si è sempre occupato di diversi aspetti delle tecnologie elettroniche e informatiche, occupando ruoli di responsabilità come dirigente d'azienda, come imprenditore di piccole aziende di consulenza e progetto, e come consulente libero professionista.
Questi interessi ed alcuni recenti interventi di carattere storico-critico sulle tecnologie a convegni in Francia hanno condotto nel 2014 ad un invito di residenza di tre mesi allo IEA (Istituto di Studi Avanzati) di Nantes per permettere di sviluppare ulteriormente il lavoro iniziato.

Negli anni '90 ha insegnato "Informatica" e "Strumenti informatici avanzati" presso la Facoltà di Economia "Federico Caffè" dell’Università "Roma 3", e dal 2005 al 2013 "Elaborazione del segnale musicale" e poi "Elettroacustica" presso il Conservatorio "A.Casella" dell'Aquila (Scuola di Musica Elettronica, corso di composizione, Dipartimento di Nuove tecnologie e linguaggi musicali).
E' stato membro di ECoNA, un Centro interuniversitario che raggruppa ricercatori e docenti di dodici università italiane,  dedicato allo studio dei processi cognitivi. Negli anni '80 ha fondato la piccola azienda NOVA InterLAB, dedicata all'intermix di tecnologie, musica e arti visive. Dagli anni '90 è inoltre Direttore scientifico del "Centro di Ricerche Musicali" di Roma. Sempre negli anni '90 ha fondato con soci privati la PMI di trasferimento di tecnologie Audionica®.

Elettronica digitale industriale: Negli anni '80 è stato socio fondatore della "CBS Italia", una PMI dedicata allo sviluppo di sistemi a microprocessori e "home computer" (antesignani dei "Personal Computer") e della loro commercializzazione. Negli anni '90, in qualità di Direttore R&D della società APRE (gruppo Fintermica) si è occupato della concezione, del progetto, della prototipazione e industrializzazione (hardware e software) di calcolatori di processo basati su microprocessore, per uso in ambienti con intenso rumore elettrico. Si trattava di apparecchiature ("Sentinel", sviluppato per l'AGIPServizi; "BBS" e "TeleMach" per una azienda a capitale misto Jacorossi-Fintermica e Olivetti-Tecnost) destinate al controllo di processi di generazione del calore e della sicurezza degli impianti (antincendio, antintrusione, ecc.). Sempre in qualità di Direttore R&D, dal 1990 al 1996 ha diretto lo sviluppo tecnologico di una rete di qualche migliaia di questi calcolatori di processo connessi per via telematica a diversi Centri operativi. Ha anche concepito e specificato un ASIC, nel quadro del progetto europeo JESSI-ChipShop.

Telematica: Negli anni '90 si è occupato della concezione, progetto, prototipazione, industrializzazione di sottosistemi MODEM integrati per linee telefoniche commutate e per bande UHF (hardware, protocolli, firmware). Come Direttore R&D ha diretto la concezione e la progettazione, e pilotato l'avviamento a Roma, di una rete proprietaria di trasmissione allarmi su canali UHF con ponte ripetitore su Monte Cavo. La rete, con topologia stellare, comprendeva circa 1500 periferiche. Per questo progetto ha diretto l'implementazione e il test di un protocollo, da lui personalmente concepito, di tipo proprietario, non-standard e "multiple access", che consente l'invio di una molteplicità di allarmi distinti in pochi secondi senza possibilità di blocco della rete anche nel caso di conflitti di accesso multipli.

Informatica: Esperienze in diversi campi relativi alle basi dati, sia di tipo gestionale (Oracle, DBIV, Access), che soprattutto nel campo dei GIS (Geographic Information Systems), con basi di dati cartografiche a scale di dettaglio (1:2.000, 1:1.000, 1:500). In questo settore ha diretto, negli anni '80, per la Ricerca e Sviluppo e il Marketing, l'AUTOMAP (V.A.R. IBM), una software house che aveva come missione lo sviluppo e la commercializzazione di un pacchetto proprietario per il GIS.
Negli anni '90, per conto del Consorzio Restauratori RECO, ha sviluppato dei prototipi di applicazioni di basi di dati multimediali e territoriali per il Ministero dei Beni Culturali, utilizzando programmi standard (Mapinfo e Access).

Supercalcolo e elaborazione di segnale: Sempre negli anni '90 si è occupato personalmente di modelli dinamici di sistemi di produzione e utilizzo del calore. Ha sviluppato in ambiente LabView un simulatore modulare, completo di interfacce elettriche, sia in tempo reale che accelerato, di sistemi edificio-impianto di complessità qualsivoglia. Il simulatore è stato utilizzato dalla SIRAM S.p.A. per il test di sistemi di controllo.

Seguendo i suoi interessi musicali (ha studiato il pianoforte per diversi anni), dal 1996 è il Direttore  scientifico del CRM (Centro Ricerche Musicali di Roma) (un centro privato legato alla musica contemporanea). In questo contesto si è occupato della specifica e dell'impostazione dello sviluppo di un Sistema Operativo per la gestione di architetture DSP parallele (Texas C40), dedicato alla elaborazione e sintesi dei segnali sonori. Nel quadro del progetto, commissionato dal Centro di Ricerche Fiat, ha sviluppato una interfaccia di controllo di un sistema DSP parallelo utilizzando il LabView.

Dagli anni '90 in poi, nel quadro delle attività con il CRM, si è occupato di concezione e sviluppo di sistemi di spazializzazione del suono e di simulazione di strumenti musicali su modellazione fisica. In particolare, ha sviluppato due modelli di sintesi per modellazione fisica di una corda eccitata da martello o pizzicata, e con archetto, che sono stati usati per la composizione e produzione di opere musicali dal compositore Michelangelo Lupone.

Ricerca:  Argomenti di cui si è occupato:

  • Trasformazioni tempo-frequenza (Wigner e wavelets), intese come strumento sia d'analisi che di sintesi del suono;
  • NAH (Nearfield Acoustic Holography), in funzione dei problemi legati alla spazializzazione;
  • Metodi di calcolo completamente ondulatori per la propagazione del suono (BEM).
  • Modelli non lineari (per la simulazione degli strumenti musicali).
  • Psicoacustica (misura e modifica di rugosità, brillantezza e loudness di segnali reali).
  • Mappatura delle attività corticali associate alla percezione auditiva umana mediante uso di SQUID, su commissione dell'Università di ULM (Germania).
  • Nel 2014 è stato invitato dallo IEA (Institut d’études Avancées) di Nantes per un soggiorno di ricerca di tre mesi, durante il quale ha portato avanti un lavoro di indagine storico-economica sul ruolo della ricerca e dello sviluppo delle tecnologie nei cambiamenti (“finanziarizzazione”, anche definita come “globalizzazione”) del mondo dell’industria, dell’economia e della politica a partire dalla prima metà degli anni settanta fino ad oggi. Gli esiti di questo lavoro sono contenuti in un lavoro reperibile qui.

Insegnamento: Diverse esperienze di formazione del personale nelle aziende dove ha lavorato. Negli anni '80 ha tenuto corsi di formazione e aggiornamento su Internet per professori e ricercatori presso "La Sapienza" di Roma, e corsi di aggiornamento sulle tecnologie dei calcolatori per tecnici RAI-TV.
Negli anni '90 ha insegnato  "Informatica" e "Strumenti Informatici Avanzati per l'Economia" presso la facoltà di Economia "Federico Caffè" dell’Università Roma 3, e "Acustica e sintesi del suono" presso la Facoltà di Ingegneria (corso di Acustoelettronica). Ha insegnato dal 2005 al 2013 "Elaborazione del segnale musicale " e "Elettroacustica" presso il Conservatorio "Alfredo Casella" dell'Aquila (livello Universitario, Scuola di Musica elettronica, Corso di Composizione, Dipartimento di Nuove tecnologie e linguaggi musicali).

 

HOME MY VITA MA VIE CURRICULUM PAPERS LINKS DOWNLOADS TIPS
&
TRICKS

Search this site powered by FreeFind