Questo sito non usa cookies. I siti utilizzati per le statistiche visite e per la ricerca in questo sito potrebbero farne uso. 
Verificate sui relativi siti (Addfreestats, Freefind).

Un ambiente integrato per il rendering acustico.

hall.gif (6937 byte)

M. Giordano, L. Seno, 25° Congresso nazionale AIA, Associazione Italiana di Acustica, 21-23 maggio 1997 - Perugia.

 

Uno dei campi più battuti della ricerca elettroacustica degli ultimi decenni è quello della simulazione e riproduzione di campi acustici di sintesi. Lo scopo è quello di riprodurre le caratteristiche spaziali della propagazione del suono in ambienti chiusi dal punto di vista della percezione delle direzioni di provenienza e dei volumi implicati (riverbero).

L’ambiente software qui presentato fornisce, sotto certe ipotesi semplificative, gli strumenti per l’analisi e la simulazione audio della propagazione del suono in ambienti chiusi, utilizzando il modello a sorgenti virtuali esteso al caso di poliedri concavi (con angoli tra pareti, cioè, anche maggiori di 180°) per ricavare la risposta impulsiva della cavità, una volta fissata la posizione della sorgente e dell’ascoltatore. Il simulatore richiede in ingresso una descrizione della geometria delle pareti e delle loro caratteristiche acustiche, e un segnale anecoico da auralizzare.

Le simulazioni effettuate con segnali dotati di transienti rapidi e ripetuti (che normalmente mettono in difficoltà i sistemi di riverbero artificiale) mostrano come siano ottenibili per questa via auralizzazioni del tutto "naturali" all’ascolto e, pur nei limiti delle semplificazioni adottate, sufficientemente "fedeli" da costituire una base per un metodo di validazione acustica preventiva del progetto architettonico di sale da concerto o da conferenza, o comunque di ambienti dove la propagazione del suono e dei rumori costituisca un elemento rilevante.

 

HOME MY VITA MA VIE CURRICULUM PAPERS LINKS DOWNLOADS TIPS
&
TRICKS

Search this site powered by FreeFind